Transazioni online: come essere sicuri

Nel mondo iperconnesso di oggi, è quasi impossibile non trovarsi ad effettuare transazioni online: dall’utilizzo di Amazon a Netflix, dai corsi di formazione alle case vacanze, fino all’acquisto di giochi online e videogiochi. Tuttavia, uno degli aspetti di importanza fondamentale che viene spesso sottovalutato dagli utenti, riguarda l’assicurarsi che le proprie transazioni siano garantite, di modo da poter usufruire del servizio scelto senza preoccupazioni. Se è vero che i sistemi di pagamento oggi esistenti sono in grado di offrire una sicurezza che in passato non era neanche immaginabile, ci sono alcuni consigli che è opportuno seguire per godersi un acquisto online in totale sicurezza.

Navigare, giocare e acquistare con serenità è fondamentale

Capita spesso che persone di un’età più o meno avanzata cerchino di evitare di utilizzare la propria carta di credito per fare transazioni online. Le preoccupazioni alla base di questo rifiuto sono spesso fondate, ma esistono diversi strumenti – anche dall’utilizzo molto semplice – che consentono di stare sicuri quando si effettua una transazione. Una delle precauzioni fondamentali è verificare l’attendibilità del sito su cui si intende effettuare una transazione. Ad esempio, nel caso delle piattaforme di giochi d’azzardo online è sufficiente verificare la presenza del logo delle Agenzie Dogane e Monopoli e il numero di licenza, che può tranquillamente essere verificato online. Per quanto riguarda le piattaforme di e-commerce, esiste quasi sempre un rischio che è in ogni caso mitigato dalla protezione acquirenti, anche se sarà comunque necessario procedere con un reclamo. Un sistema molto sicuro per verificare l’attendibilità di un sito di e-commerce o di un servizio è Trustpilot, una piattaforma su cui gli utenti esprimono le proprie opinioni. Anche Facebook, Twitter o comunque le pagine social del sito in questione possono poi essere utili per farsi un’idea dell’onestà e dei servizi offerti dal merchant.

Metodi di pagamento e dispositivi: piccoli consigli

Il primo consiglio relativo alla protezione dei propri strumenti di pagamento è quello di utilizzare, ove possibile, solo i propri dispositivi (ad esempio il proprio pc o smartphone) per effettuare transazioni. Il rischio è quello che le coordinate della nostra carta restino memorizzate sul dispositivo della persona che ce lo sta prestando è elevato, e laddove ci dovessimo trovare per necessità a utilizzare il dispositivo di qualcun altro, dovremmo sincerarci di aver fatto il logout da tutti i nostri conti e di non aver salvato eventuali password su quei dispositivi. Inoltre, si dovrebbe evitare di fare acquisti anche da dispositivi, pc e tablet messi a disposizione in luoghi pubblici, come scuole o università e anche da Internet Point o cyber cafè.

Per ciò che concerne i metodi di pagamento sarebbe utile utilizzare conti online che ci diano sicurezza come PayPal, Paysafe card, Neteller e Skrill, anche se sul mercato sono ormai moltissimi i sistemi di pagamento affidabili. Non ultimi stanno nascendo anche servizi bancari completamente online, le cosiddette neobanks come N26 e Revolut, che fra l’altro agevolano anche nelle operazioni di cambio valuta a costi quasi nulli, e risultano particolarmente utili se ci si trova all’estero. Senza volersi addentrare nel mondo più complesso delle criptovalute è poi possibile affidarsi a sistemi sicuri e semplici da utilizzare.

In ogni caso, rispetto ad una frode fisica, quelle online sono individuabili rapidamente e più semplicemente: una volta realizzato che è stata effettuata una transazione non autorizzata, sarà sufficiente contattare la nostra banca per annullarla e richiedere un rimborso. Con sistemi come PayPal e Neteller questo servizio ci viene offerto direttamente dal conto online e risulta molto più semplice recuperare il proprio denaro in caso di frode online.

en_US
it_IT en_US